Pianificare l’eccellenza: strategie italiane di marketing management

6 giugno 2017
FacebookFacebook MessengerTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Una ricerca di Brand Finance, svolta nel 2016, ha mostrato che il valore complessivo dei marchi italiani è complessivamente in crescita. In particolare, il solo brand “Made in Italy” vale oggi oltre 200 miliardi di dollari (su oltre 1.500 complessivi), è cresciuto di oltre il 20% rispetto all’anno precedente ed è considerato, secondo altri recenti studi, tra i primi tre brand al mondo per riconoscibilità.

Un’etichetta che è sinonimo di qualità, bellezza e ingegno, marchio di fabbrica del Made in Italy diffonde in tutto il mondo. Quest’attitudine all’eccellenza viene da lontano, a cominciare da un approccio strategico attento e meticoloso.

In un recente articolo a firma di Fabio Ancarani, Antonella Buonuomo e Michele Costabile, dal titolo Marketing Made in Italy, vengono analizzate ‘universalità e specificità’ del marketing management fatto in Italia.

La ricerca mostra come nel raggiungimento di risultati e obiettivi importanti sono indispensabili pianificazione strategica, visione e soprattutto profonda conoscenza del contesto con il quale ci si va a confrontare. La comprensione delle sue più specifiche peculiarità è la base da cui partire per definire strategie e processi di marketing management orientati al successo.

Tale contesto può non limitarsi a delimitazioni di settore (come, ad esempio, quello dei mercati finanziari), ma riguardare anche aspetti socio-culturali e territoriali. In altre parole, è possibile parlare di un marketing management con specificità tutte italiane, che riguardano la qualità del prodotto (connessa all’impronta dell’industria manifatturiera italiana), la capacità di interazione con i clienti e l’innovazione.

A ciò si aggiungono anche caratteristiche concettuali del marketing management “all’italiana” quali la creatività, la sensibilità estetica, la capacità di attingere al patrimonio culturale umanistico e alla storia stessa del Paese e, infine, un approccio pragmatico che insiste sulla realizzazione più che sulla progettazione.

La conoscenza di questi fattori e più in generale una consapevolezza di quali sono le proprie capacità e i propri punti di forza sono letti dagli autori come strumenti indispensabili per far arrivare il anche il marketing “Made in Italy” ai livelli di valore e competitività che le eccellenze italiane da sempre esportano nel mondo.

Marketing Made in Italy. Universalità e specificità del marketing management fatto in Italia

L'autore

Michele Costabile

Michele Costabile è professore ordinario di Management e Marketing alla LUISS e direttore del Centro di Ricerca X.ITE


Website
Articoli correlati